Skip to content

Storytelling di Albero di luce: tappe di un percorso

novembre 23, 2009

Alcuni disegni progettuali per Albero di luce, eseguiti dal team di Eurostands: nella prima immagine è presentata una visione complessiva della struttura rotante che darà vita agli intrecci luminosi dell’opera, mentre nelle immagini successive è possibile osservare alcuni dettagli del sistema di rotazione.
Ecco un’altro tassello che arricchisce il racconto di questa esperienza, nata da un’idea, realizzata in un’opera e divenuta un progetto di comunicazione.

6 commenti leave one →
  1. novembre 24, 2009 2:57 pm

    TRA ARTE E STORYTELLING
    In questi tempi di preoccupazione, di generalizzate revisioni e perfino di rifondazioni di intere impalcature teoriche, molto si dibatte sullo storytelling. Il rischio, come sempre, è quello che importanti idee nuove finiscano col banalizzarsi e di svuotarsi in formulette. Così come, alcune decenni fa, l’Immagine coordinata non poteva ridursi al progetto grafico dei segni visivi, in stessa misura oggi la Corporate personality non dovrebbe ridursi alla pura scrittura, all’invenzione di tracce narrative.
    Insomma, lo storytelling non è appannaggio dei copywriter, perlomeno di quegli stessi professionisti che finora hanno lavorato in contesti di advertising producendo spiritosi sincretismi, effervescenze verbali, chiasmi allusivi.
    Il problema è semmai di elaborare (e narrare storie) che derivino dal contesto della comunicazione globale e che tale globalità utilizzano. Quindi un’articolata sinestesia di parole e immagini e suoni e emozioni e multisensorialità e multimodalità… Qualcosa che è più vicina all’elaborazione artistica che alla comunicazione (d’impresa).
    Gestire questa complessità espressiva: ecco il problema che la comunicazione (e l’arte) hanno davanti a sé.

  2. novembre 25, 2009 10:47 am

    anche in questa occasione l’arte comunicativa di antonio barrese si è manifestata in tutta la sua originalità ed estrosità.
    è un patrimonio da tenerci caro e da porre come esempio quando nel mondo si parla di comunicazione nell’accezione non convenzionale del termine.

  3. Valeria Fanelli permalink
    novembre 25, 2009 2:54 pm

    Viviamo momenti di precarietà globale che mettono in grande risalto, premiandoli, coloro che fanno forza su un proprio innato senso della creatività inteso come metro e risorsa per affrontare qualsiasi circostanza che il caos (o caso) propone a tutti quotidianamente. Ecco che manifestazioni di genio come questa si offrono per la comunità come una risposta, un conforto, una propulsione a promuovere il bello, la creatività, l’arte alla mercè del grande pubblico.

    complimenti.

  4. dicembre 1, 2009 6:46 pm

    Con la luce a Led nessuno spreco, nessun calore residuo e nessuna controindicazione alla nostra persona. La tecnologia a Led, infatti rivoluziona le attuali soluzioni di illuminazione e con essa tutto ciò che può avere un contenuto artistico. E’ sufficiente “decidere di vivere e investire in un mondo migliore, in cui non sfruttiamo e sperperiamo le risorse ma conviviamo con esse, risparmiandole ove possibile e reintegrandole. “
    Bravi un idea geniale!
    Fabio

    • Costantina Magri permalink
      dicembre 2, 2009 10:43 am

      Siamo davvero felici di muovere anche questo tipo di riflessioni.
      Grazie del “bravi”!
      Ti aspettiamo all’inaugurazione, mi raccomando.

      la “Factory”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: